Lo sport e la pratica sportiva blanda può essere utile per rimanere a casa per il coronavirus.

Come farlo rimanendo a casa? Ecco alcuni piccoli consigli.

Sembra superfluo, ma le complicanze emotive e psicologiche dopo giorni di forzata reclusione possono sere importanti. L’attività motori può essere salvifica per chi non è abituato a rimanere lungo tempo a casa.

Come fare sport
Vi consiglio di fare attività motoria blanda di tipo aerobico (dai 120 ai 140 battiti al minuto per un minimo di 20’ a un massimo di 40’).

Dopo i primi venti minuti si attiva il ciclo di Krebs e si bruciano i grassi, utilizzando l’ossigeno. È consigliabile camminare a ritmo veloce o con corsa lenta.
Fate piccoli esercizi di stratching o di attività isometrica, alcune ripetute per gli addominali e squat per le gambe.
Su questo link trovate gli esercizi pratici: CLICCA QUì

Dove farlo
La difficoltà è dove fare sport non potendo uscire fuori di casa.
Per gli esercizi a corpo libero o gli addominali è necessario un piccolo spazio, per la camminata o la corsa è più complesso, ma non impossibile.
Se avete una casa molto grande contate un percorso tra i 30 e i 50 passi da percorrere in circolo cranio una sorta di circuito sul quale potrete camminare o correre, ripetendo il circuito fino a raggiungere il tempo prestabilito, almeno 20 minuti.
Generalmente nelle case più piccole potete creare un percorso utilizzando il corridoi, il balcone alcuni spazi comuni come scale, terrazze, pianerottoli e spazi davanti al portone. Il percorso è più articolato, forse anche più duro ma anche meno noioso.

Alcuni consigli pratici
Se utilizzate gli spazi misti composti da ambienti comuni e quelli davanti al portone, per ragioni preventive, per la serie meglio essere pignoli ma prevenire dovete osservare alcune prescrizioni:
– create uno spazio di decompressione dove spogliarvi (e scarpe e gli indumenti usati negli spazi comuni per ragioni di sicurezza non vanno portati in casa. Usate ciabatte e altri indumenti quando entrate di nuovo in casa).
Lo sport non è necessario di fronte a un’emergenza come la pandemia frutto dell’agente patogeno e virale chiamato covid-19, ma può essere un toccasana per essere ligi al nostro dovere di rimanere in casa. Se stiamo bene con noi stessi, possiamo vincere questa battaglia epocale anche grazie allo sport.