Aurelio De Laurentiis in queste ore ha firmato la convenzione con il sindaco De Magistris per la gestione dello stadio San Paolo. Nell’occasione, su esplicite domande, ha detto la sua sulle vicende della società campana. De Laurentis scende a muso duro sui casi spinosi legati al rinnovo contrattuale. Il presidente del Napoli ha una parola per tutti i calciatori con il contratto in scadenza.

Il caso del capitano
Il presidente non ha peli sulla lingua per Insigne, interrompe la tregua firmata ieri dal giocatore con il suo manager e la società partenopea, dicendo che “deve chiarire cosa vuole fare da grande, perché ha sempre avuto un atteggiamento scomodo a Napoli. Io lo capisco e lo proteggo, però deve diventare sereno e possibilmente imbeccare la porta”.

il presidente del Napoli

Koulibaly è richiesto in tutta Europa
Koulibaly è l’unico giocatore per il quale il patron ha parole protettive, affermando di essere particolarmente affezionato al giocatore. Per il produttore il giocatore è forte e prima o poi però partirà. De Laurentiis soffre, nelle sue dichiarazioni sul difensore centrale: “Io sono affezionato a Koulibaly e non l’ho venduto per 150 milioni, però arriverà un momento in cui dovremo venderlo per forza”, spiega il produttore cinematografico che parla sinceramente di un Napoli che dovrà vendere i suoi migiori tesserati, visti i bilanci a disposizione.

Mertens e le richieste cinesi
Il presidente, per ultimo ne ha anche per Mertens:” se qualcuno vuole lasciare Napoli per andare a fare soldi in Cina è un suo problema”. Il giocatore belga a giugno è in scadenza ed è tentato da un triennale da diciassette milioni di euro arrivato dalla Cina. Il focoso presidente napoletano, afferma spiegando che Dries può partire quando vuole in una trattativa che potrebbe imbastirsi già a gennaio visto che è in scadenza. De Laurentis senza mezze parole dichiara di non volere fare pazzie economiche per nessuno e chiunque voglia fare soldi e non giocare a calcio è libero di farlo.

Fabian Ruiz fa impazzire il mercato spagnolo
Il centrocampista, è oggetto delle attenzioni congiunte del Real e del Barcellona, pronte a spendere 80 milioni per il trasferimento del giocatore. Il presidente afferma che nessuno è incedibile e di essere pronto a scovare un altro talento sconosciuto così come abbiamo fatto con Fabian. Se le squadre spagnole faranno un a proposta concreta potremmo liberare il giocatore anche a gennaio.

Il Top Pleyer è Carlo
L’unico blindato è Carlo Ancelotti: “Mai litigato con lui, vorrei prolungasse a lungo”, spiega il patron azzurro che intanto progetta già il Museo del Napoli e chiede una ripartenza top: 7 gare in 21 giorni e vogliamo vincere sempre.