ANCHE i collaboratori sportivi possono usufruire del bonus da 600 euro introdotto dal decreto “Cura Italia”, sia con partita IVA e senza. Quelli senza devono avere un reddito inferiore ai 10.000€.

Il bonus di 600 euro per i collaboratori delle associazioni sportive.

In sintesi, entro aprile si potranno presentare le domande a Sport e Salute spa (www.sportesalute.eu) – che avrà per questo risorse pari a 50 milioni – attraverso un’apposita piattaforma informatica. Inoltre, è stabilito uno specifico tetto di reddito (10.000 euro) entro il quale poter ottenere l’aiuto. Per quanti non rientrassero in questa casistica, le domande saranno accettate solo se ci saranno eventuali risorse residue.

anche i collaboratori sportivi possono fare al doamda dei 600 euro

Procedura:

Indennità collaboratori sportivi:

Dalle ore 14 di martedì 7 aprile invia un SMS al numero 339.9940875 con il tuo Codice Fiscale e ottieni l’appuntamento necessario per registrarti alla piattaforma di Sport e Salute e presentare la domanda.

DOCUMENTI D’ALLEGARE:

a) fotocopia fronte/retro del documento di identità inserito nella domanda; b) copia del contratto di collaborazione o della lettera di incarico; c) solo in assenza della copia del contratto di collaborazione o della lettera di incarico, copia della quietanza relativa all’avvenuto pagamento del compenso nel mese di febbraio 2020

ACCEDIA ALLA PIATTAFORMA: CLICCA QUì PER ACCEDERE ALLA PROCEDURA.

INFO SULLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA.

LE FAQ CON LE RISPOSTE AI VOSTRI DUBBI

Bonus 600 euro: collaboratori con Partita IVA

Per i collaboratori che possiedono una partita IVA, già attiva alla data del 23 febbraio 2020, il decreto “Cura Italia” ammette la possibilità di richiedere il bonus di 600 euro direttamente all’INPS.

Si tratta di un servizio che l’INPS ha già attivato da alcuni giorni: accedendo al sito web e cliccando sulla sezione “domande per prestazioni a sostegno del reddito”, il collaboratore sportivo munito di partita IVA potrà inviare la propria richiesta.

Link per fare domanda all’INPS