i due Matteo

La scena politica è dominata da Salvini e a ruota lo insegue Renzi, e se un domani diventassero alleati.

Matteo Salvini e Renzi sono i due protagonisti assoluti della politica italiana da almeno un decennio. Il leader della lega nord è sulla breccia da più anni, ma anche l’ex sindaco di Firenze non scherza, ha ricoperto tutte le cariche possibili sia nella sua Toscana e soprattutto a livello nazionale.

Due egocentrici simili ma contrari
I due uomini politici hanno un percorso similare nella loro ascesa sulla scena, partecipano a un gioco a quiz di Mike nelle televisioni private e poi si affacciano alla politica come amministratori della rispettive città, riuscendo repentinamente a prendere in mano le redini dei rispettivi partiti. Salvini lo fa in maniera dolce, sfruttando al meglio la crisi della famiglia Bossi, mentre Renzi con la rivoluzione della rottamazione che abbiamo conosciuto.

Carenza di leader
La politica italiana dopo i fasti del dopoguerra non ha saputo mettere in campo una classe dirigente con un carisma tale da durare a lungo, nella stessa carriera dei protagonisti politici c’è una certa liquidità, alcuni durano il tempo di un crisi di governo e poi spariscono dalla scena. I due uomini sono gli unici che possono vantare un pedigree consolidato (a parte Casini, sopravvissuto a ogni stagione).

Stai sereno e la politica dell’impossibile
Quante volte abbiamo sentito dire nel dibattito politico italiano: mai un accordo con il mio avversario. Alle affermazioni perentorie, spesso hanno fatto seguito comportamenti completamente in contro tendenza. Il PD ha preso sempre le distanze dal M5S, lo stesso movimento è nato facendo massa critica con politica del Partito Democratico, oggi governano assieme. In passato il PCI, adottò il compromesso storico, ma non aderì mai concretamente ai governi con la vecchia DC. Dal 2014 siamo in una costante e perdurante crisi di governo e sulla scena non si vedono leadership capaci di garantire la stabilità politica, ecco perché sul tavolo del dibattito politico qualcuno potrebbe proporre anche un accordo Salvini Renzi. Nemici per tanto tempo e poi alleati in una sorta di compromesso verde/rosa.

Fanta politica
Oggi, pensare a un governo tra Lega e Italia Viva è impensabile, ma proprio per quello, non è da escludere nei prossimi lustri, se la liquidità del consenso non fa piazza pulita dell’attuale scenario. Quello che sembrava impossibile, in Italia è accaduto, soprattutto in politica. Non possiamo pensare a un impegno diretto dei due competitor, ma a una loro regia dietro le quinte. Ritengo tra le altre cose che l’attuale governo possa durare fino alla fine mandato, nonostante le attuali difficoltà. Salvini ha un maggiore appeal con l’elettorato quando è all’opposizione, non sono così sicuro che in questo momento, con le tante crisi aperte, voglia realmente guidare il paese.