Il tiramisù è uno dei dolci Italiani più conosciuti al mondo, esistono variabili di tutti i tipi. La ricetta classica prevede la presenza del caffè forte e del cacao amaro, spolverato sopra. È un dolce relativamente facile nella preparazione, ma nasconde numerose insidie. Gli equilibri sono fondamentali. Il caffè ed il cacao, se non sono ben dosati, con equilibrio e misura, possono dare un retrogusto troppo amaro e forte che può dare fastidio, soprattutto ai bambini. Il savoiardo o il pavesino, se non è imbevuto bene, potrebbe rendere troppo secco il dolce ed infastidire il palato. E’ un dolce molto tecnico, si basa su equilibri delicati e nella perfezione nei dosaggi.
Il tiramisù che proponiamo è un dolce adatto ai bambini, senza l’abituale retrogusto amaro e basa la sua realizzazione, sulla bagna alternata tra caffè e latte (per eliminare la preminenza del gusto della caffeina).
Difficoltà: facile
Calorie: 400 circa per porzione (si bruciano con 4 Km di corsa lenta)
Strumenti da utilizzare: sbattitore o planetaria
Tempo di realizzazione: 50′ circa
Tempo di riposo: per una migliore resa, far abbattere il dolce in frigo almeno 1 ora
Ingredienti per 8 persone
• 400 gr di savoiardi
• 200 gr di pavesini
• 500 gr di mascarpone
• 200 ml di panna
• 5 uova (intere)
• 100 gr di zucchero
• 200 ml di caffè (leggermente zuccherato)
• 200 ml di latte
• Scaglie di cioccolato fondente q.b.
Procedimento
Prendete le 5 uova e separate i tuorli dagli albumi, montate gli albumi a parte con la planetaria o con lo sbattitore. La panna va montata in un altro contenitore, facendo incamerare aria. Sempre a parte, montate gli albumi con lo zucchero, fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso, ora bisogna unire gli albumi alla panna e lavorarli fino ad ottenere un composto uniforme. II tre preparati vanno uniti assieme al mascarpone, fino ad ottenere una crema gustosa e morbida. Siamo arrivati all’impiattamento: prendete un contenitore, possibilmente di vetro ed iniziate a comporre il tiramisù. Prendete i pavesini e i savoiardi, bagnateli alternativamente nel caffè e nel latte (per attenuare il retrogusto troppo amaro). I pavesini serviranno a comporre il cornicione del dolce e la copertura, mentre i savoiardi vanno utilizzati per la base ed lo strato intermedio. Farcite con abbondanza ogni strato di savoiardi, utilizzando il composto realizzato. Per completare il tiramisù, realizzate un strato finale con i pavesini. Vi potrete divertire con decorazioni di vario tipo o semplicemente cospargendo il dolce con delle scaglie di cioccolato. Il dolce è già pronto per la degustazione, ma consigliamo di abbatterlo almeno un’ora nel frigo .
Potrete utilizzare al posto dei savoiardi, qualsiasi altro prodotto lavorato, sono ottimi sono i biscotti secchi o addirittura gli amaretti.