De Laurentis ne ha per tutti i giocatori in scadenza di contratto

Aurelio De Laurentiis in queste ore ha firmato la convenzione con il sindaco De Magistris per la gestione dello stadio San Paolo. Nell’occasione, su esplicite domande, ha detto la sua sulle vicende della società campana. De Laurentis scende a muso duro sui casi spinosi legati al rinnovo contrattuale. Il presidente del Napoli ha una parola per tutti i calciatori con il contratto in scadenza.

Il caso del capitano
Il presidente non ha peli sulla lingua per Insigne, interrompe la tregua firmata ieri dal giocatore con il suo manager e la società partenopea, dicendo che “deve chiarire cosa vuole fare da grande, perché ha sempre avuto un atteggiamento scomodo a Napoli. Io lo capisco e lo proteggo, però deve diventare sereno e possibilmente imbeccare la porta”.

il presidente del Napoli

Koulibaly è richiesto in tutta Europa
Koulibaly è l’unico giocatore per il quale il patron ha parole protettive, affermando di essere particolarmente affezionato al giocatore. Per il produttore il giocatore è forte e prima o poi però partirà. De Laurentiis soffre, nelle sue dichiarazioni sul difensore centrale: “Io sono affezionato a Koulibaly e non l’ho venduto per 150 milioni, però arriverà un momento in cui dovremo venderlo per forza”, spiega il produttore cinematografico che parla sinceramente di un Napoli che dovrà vendere i suoi migiori tesserati, visti i bilanci a disposizione.

Mertens e le richieste cinesi
Il presidente, per ultimo ne ha anche per Mertens:” se qualcuno vuole lasciare Napoli per andare a fare soldi in Cina è un suo problema”. Il giocatore belga a giugno è in scadenza ed è tentato da un triennale da diciassette milioni di euro arrivato dalla Cina. Il focoso presidente napoletano, afferma spiegando che Dries può partire quando vuole in una trattativa che potrebbe imbastirsi già a gennaio visto che è in scadenza. De Laurentis senza mezze parole dichiara di non volere fare pazzie economiche per nessuno e chiunque voglia fare soldi e non giocare a calcio è libero di farlo.

Fabian Ruiz fa impazzire il mercato spagnolo
Il centrocampista, è oggetto delle attenzioni congiunte del Real e del Barcellona, pronte a spendere 80 milioni per il trasferimento del giocatore. Il presidente afferma che nessuno è incedibile e di essere pronto a scovare un altro talento sconosciuto così come abbiamo fatto con Fabian. Se le squadre spagnole faranno un a proposta concreta potremmo liberare il giocatore anche a gennaio.

Il Top Pleyer è Carlo
L’unico blindato è Carlo Ancelotti: “Mai litigato con lui, vorrei prolungasse a lungo”, spiega il patron azzurro che intanto progetta già il Museo del Napoli e chiede una ripartenza top: 7 gare in 21 giorni e vogliamo vincere sempre.


Firmato l’accordo tra FIGC e il CIP per il calcio disabili

FONTE SITO QUARTA CATEGORIA: Il mondo della disabilità entra a pieno titolo nell’attività della Federazione Italiana Giuoco Calcio. È questo il risultato del protocollo di intesa firmato tra FIGC e Comitato Italiano Paralimpico, che si pone l’obiettivo di massimizzare le potenzialità di sviluppo del gioco del calcio da parte di persone con disabilità. Il documento, nello specifico, ha di fatto attivato l’iter per l’istituzione di un tavolo di lavoro con le Federazioni paralimpiche (Fispes, Fispec e Fisdir) per individuare le discipline da trasferire in seno alla Federcalcio, i piani di sviluppo e le relative tempistiche, nonché le necessarie certificazioni mediche, le classificazioni degli atleti e la formazione dei tecnici.

La Figc, che ha creato una divisione ad hoc, potrà essere autorizzata a organizzare attività calcistiche sperimentali in aggiunta a quelle regolamentate dagli organismi internazionali che sovrintendono le attività calcistiche praticate da persone con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali.

Il presidente del Comitato Italiano Paralimpico nonché ex commissario straordinario della Figc Luca Pancalli ha evidenziato come quella odierna sia una giornata storica per la federazione: “La casa del calcio italiano si apre alle attività calcistiche praticate da persone disabili. Da oggi parte un nuovo percorso, stiamo scendendo tutti in campo con la stessa maglia e sono convinto che i risultati arriveranno”.

“Siamo la prima federazione a livello mondiale che avrà una Divisione di questo tipo – ha sottolineato il presidente Figc Gabriele Gravina –, il presidente Pancalli mi ha fatto un bellissimo regalo. Si tratta di una delle più belle dimensioni a livello sportivo, che mette in luce l’elogio dei sentimenti, la voglia di competere degli atleti e l’esaltazione dei grandi sacrifici delle famiglie di questi atleti. Il mondo del calcio ha il dovere di valorizzare tutto questo”.
La FIGC, che ha creato una divisione ad hoc, potrà essere autorizzata a organizzare attività calcistiche sperimentali in aggiunta a quelle regolamentate dagli organismi internazionali che sovrintendono le attività calcistiche praticate da persone con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali.


IL CONSIGLIO DEI MINISTRI APPROVA IL DECRETO PER IL CONCORSO DI 11.263 COLLABORATORI SCOLASTICI DA INTERNALIZZARE (EX LSU ) ED UNA MANCIATA DI DIR. TECNICI E DSGA

SGB: IL CONSIGLIO DEI MINISTRI APPROVA IL DECRETO PER IL CONCORSO DI 11.263 COLLABORATORI SCOLASTICI DA INTERNALIZZARE (EX LSU ) ED UNA MANCIATA DI DIR. TECNICI E DSGA

Il Consiglio dei Ministri ha licenziato il Decreto con cui impegna il MIUR ad assumere, attraverso successivi bandi di concorso (sia ordinario che straordinario) . tra gli altri, 24mila docenti della scuola secondaria di primo e di secondo grado e circa 11mila collaboratori scolastici da internalizzare (come già stabilito dalla Legge di Bilancio per il 2019). La stabilizzazione del parsonale ATA e soprattutto degli ex LSU era un provvedimento molto atteso. Il decreto fa seguito all’accordo tra MIUR e sindacati “maggiormente rappresentativi” del 1 ottobre. L’anno scolastico 2019/20 è cominciato con l’assunzione a tempo determinato di oltre 200mila docenti precari ed il Governo s’impegna ad assumerne soltanto 24mila, appena il 12%. Questo è il parere del sindacato SGB. Nel nostro Paese continua a non trovare applicazione la normativa comunitaria in base alla quale dopo tre anni di servizio i lavoratori devono essere stabilizzati, ritiene ancora SGB.

Il Decreto prevede anche delle pesanti misure d’inasprimento per i futuri docenti neo assunti durante il periodo di formazione e di prova: dal voto numerico da attribuire in sede di colloquio finale all’ingresso di un membro esterno nel comitato di valutazione che, con tutta probabilità, sarà un dirigente scolastico di altro istituto. Il MIUR, ritiene il sindacato che non interviene per porre rimedio definitivo al problema, mai del tutto risolto, delle maestre diplomate magistrali. Il sindacato, ma tutto il comparto dei precari del personale ATA con il profilo di Collaboratore Scolastico, saluta positivamente la semplificazione della procedura concorsuale per l’assunzione degli 11.263 ex LSU (lavoratori socialmente utili) o comunque alle dipendenze di ditte esterne, che dopo decenni di lavoro nero legalizzato (per quanto riguarda i diritti) finalmente saranno assunti direttamente dal MIUR attraverso un concorso per soli titoli.

Questo processo d’internalizzazione è il risultato delle lotte del movimento sindacale di base che ha dovuto scontrarsi soprattutto contro quei sindacati che oggi si vantano del risultato. Proprio in questi i giorni l’iscrizione in massa (oltre 500 lavoratori ex LSU) al sindacato SGB in Sicilia ne rappresenta l’ennesima conferma. Tuttavia, questa battaglia per SGB non è affatto finita. Occorre lottare per l’assunzione dei lavoratori che dovessero restare esclusi dall’attuale stabilizzazione (la legge richiede attualmente 10 anni di servizio) ed il riconoscimento (giuridico ed economico) del servizio prestato da questi lavoratori in tutti questi anni alle dipendenze delle ditte esterne, contrariamente a quanto stabilito dal decreto. SGB conferma anche l’impegno nella lotta per l’internalizzazione di tutti gli altri lavoratori che prestano servizio nella scuola pubblica (educatori,psicologi etc) e che sono al servizio di imprese private o reclutati con contratti per prestazione occasionale. Altro punto su cui ovviamente concordiamo è quello dell’abrogazione della rilevazione biometrica delle presenze (impronte digitali) per i dirigenti scolastici e per gli ATA.

Tuttavia, questa forma di controllo disumana e antidemocratica, permane per gli altri pubblici impiegati. Viene confermato dal Decreto l’estensione del c.d. “bonus premiale” ai docenti precari come già stabilito in recenti CCNI. In realtà era già stata la magistratura a bocciare tale norma (della Buona scuola) poiché non conforme al dettato comunitario secondo cui non sono ammissibili trattamenti discriminatori tra lavoratori assunti a tempo determinato e a tempo indeterminato. Permane comunque il potere discrezionale con cui i presidi, nonostante contrattazioni d’Istituto ed i criteri (molto aleatori) dei comitati di valutazione, elargiscono, troppo spesso, tali somme a cerchie di fedelissimi. Il Decreto stabilisce anche l’ incremento di spesa pari a 17 mln di euro per l’efficienza energetica degli Istituti scolastici (una media, più o meno, di soli 1.700 euro a scuola).


il Premio Nobel per la pace 2019 è l’etiope Abiy Ahmed Al

Il primo ministro dell’Etiopia, Abiy Ahmed Al ha vinto il Premio Nobel per la pace 2019. Le motivazione addotte per il conferimento del riconoscimento assegnato al Primo Ministro dell’Etiopia sono stati i risultati ottenuti negli sforzi compiuti nel processo di pacificazione tra Etiopia e l’Eritrea.
I due stati erano perennemente in conflitto fin dai tempi del colonialismo italiano ne ventennio.

Il premio è stato già assegnato al primo ministro presso il Norwegian Nobel Institute di Oslo, dove ogni anno come da trazione vengono assegnati in premi Nobel.
 
Le motivazioni adottate
Ad Oslo hanno premiato il primo ministro per i suoi sforzi profusi nel ottenere la pace e la collaborazione internazionale, e per le sue iniziative decisive per risolvere il conflitto sulla linea di confine con l’Eritrea. La motivazione continua dicendo che
Abiy Ahmed Al è l’artefice degli storici accordi di pacificazione con l’Eritrea, che hanno fatto cessare un conflitto che ha generato tante vittime e problemi economici, iniziato nel 1998 e favorendo gli accordi di pace promossi dalle Nazioni Unite nel 2000. Gli accordi prevedevano la cessione di territori all’Eritrea, cosa puntualmente avvenuta grazie al lavoro del primo ministro dell’Etiopia.

Un concreto lavoro a servizio della pace
Abiy Ahmed Al nei suoi primi giorni di governo, ha ridato la libertà a migliaia di prigionieri politici che erano rinchiusi nelle carceri anche da due lustri, ha messo fine allo stato di emergenza, ha denunciato e messo a bando l’uso della tortura da parte dei servizi di sicurezza dello stato etiope. Ha denunciato e licenziato tutti i responsabili del sistema carcerario che si erano resi responsabili della violazione dei diritti umani così come sta stato enunciato e segnalato da alcune agenzie ufficiali dell’ONU e da organismi indipendenti o ONG.

Battuta Greta

Al Nobel non ci si candida direttamente, qualcuno deve farlo per il diretto interessato. Molte agenzie avevano candidato anche la giovanissima Greta Thunberg, il vero personaggio dell’anno.
Probabilmente l’istituto norvegese l’ha ritenuta “un personaggio” di costume, infatti Greta, pur data per favorita da molti è stata battuta nettamente dal primo ministro dell’Etiopia.


“Dylan Dog”: James Wan e Atomic Monster con Bonelli per produrre una serie tv

Un progetto live-action in 10 episodi ispirato al fumetto con protagonista il celebre “Indagatore dell’incubo”

Atomic Monster di James Wan sarà al fianco della Casa editrice di fumetti Sergio Bonelli Editore per realizzare una serie tv in lingua inglese basata sul fumetto cult “Dylan Dog”.

“Dylan Dog”, creato da Tiziano Sclavi, si svilupperà come una serie live-action in 10 episodi, ispirata al popolare fumetto che vede protagonista il celebre “Indagatore dell’incubo” alle prese con mostri, fantasmi, vampiri, lupi mannari e zombi.

Dilan Dog

La serie, nata 33 anni fa e pubblicata negli Stati Uniti da Dark Horse Comics, vanta un catalogo di oltre 500 storie a fumetti e dal suo debutto a oggi ha venduto oltre 50 milioni di copie in tutto il mondo.

Per Bonelli Entertainment, la divisione che sviluppa i progetti cinematografici e televisivi basati sui personaggi della Casa editrice, i produttori esecutivi saranno Vincenzo Sarno (Bonelli) e Giovanni Cova (QMI), con la supervisione di Michele Masiero e Simone Airoldi. Per Atomic Monster, i produttori esecutivi saranno James Wan e Michael Clear, con la supervisione di Rob Hackett.

“James Wan e Atomic Monster sono maestri del genere horror e hanno una profonda sensibilità circa il modo migliore di adattare i fumetti allo schermo – spiega Davide Bonelli – Siamo entusiasti del fatto che una squadra come questa sia al lavoro su uno dei nostri personaggi più importanti”.

“Dylan Dog è uno dei miei fumetti preferiti di sempre – aggiunge James Wan (regista di ‘Aquaman’, dell’universo di ‘The Conjuring’ e di ‘Malignant’, di prossima uscita) – Sono stato iniziato per la prima volta alle storie dell’Indagatore dell’incubo al liceo, dai miei amici europei. Anche se in quel momento non ho capito il testo a causa della lingua, ho facilmente ricostruito la storia attraverso i bellissimi disegni e i riferimenti al genere horror. Sono emozionato all’idea di collaborare con Sergio Bonelli Editore per portare tutto questo sullo schermo”.

Il prossimo appuntamento per Atomic Monster sarà con “The Conjuring 3”, interpretato da Vera Farmiga e Patrick Wilson, in uscita l’11 settembre 2020. La società è al momento impegnata nella produzione di “There’s Someone Inside Your House” per Netflix, di “Mortal Kombat” per New Line e, per Starlight Media and Midas Innovation, di “Malignant”, diretto dallo stesso James Wan. Per la tv, Atomic Monster sta lavorando alla quarta stagione di “MacGyver” per CBS e ha da poco concluso la produzione della serie “Swamp Thing” per DC Universe.


Roberto Fico annuncia maggiori risorse per la disabilità

Fico in un conferenza stana tenuta oggi a Roma ha dichiarato lettetalmente: ”Con la legge di bilancio 2019 sono stati istituiti un Fondo per l’accessibilità e la mobilità delle persone con disabilita’, un Fondo per i caregiver familiari, un Fondo per l’inclusione delle persone sorde ed iposorde e abbiamo rifinanziato il Fondo per le persone non autosufficienti”.

Roberto Fico

Roberto Fico presidente della camera dei deputati oggi ha annunziato che la legge di stabilità ci saranno importati novità per il mondo della disabilità e dell’assistenza familiare.

Il presidente ha dichiarato di essere anche consapevole che le risorse impegnate nella finanziaria 2019 e quelle complessivamente destinate alla disabilità, sono nettamente insufficienti rispetto alle esigenze.
   
Fico ha anche dichiarato che dalla prossima legge di bilancio le Camere e il Governo sapranno intervenire per porre rimedio ed invertire l’attuale situazione.

Le dichiarazioni del presidente della Camera Roberto Fico, sono il frutto della sua partecipazione ad un convegno al quale ha partecipato sul tema dell’inclusione dal titolo “La sfida per l’inclusione: il futuro delle persone con disabilita'”.

Nel convegno si è più volte ribadito, da parte di tutti gli oratori, ” di valutare con attenzione tutte le proposte che giacciono nelle commissioni e sono all’esame delle due Camere che coinvolgono il tema della piena inclusione ed assistenza delle persone con disabilità.
   
Fico ha chiuso affermando che “Garantire la dignità, il rispetto e l’autonomia alle persone disabili e consentire ad esse di contribuire attivamente alla vita politica, economica e sociale del nostro Paese – ammonisce – è una delle grandi questioni nazionali e con essa si misura la civiltà di un paese”.


Come guadagnare scrivendo da casa: MelaScrivi

Se volete guadagnare piccole cifre ma sicure provate MelaScrivi è sicuro ed affidabile, i pagamenti anche se piccoli sono certi e vengono erogati al raggiungimento della soglia di 25 €

COME GUADAGNARE SCRIVENDO DA CASA

ECCO COME ISCRIVERSI CLICCATE SUL LINK: http://app.melascrivi.com/login?97277


Se hai la passione della scrittura e vuoi guadagnare qualcosa scrivendo contenuti, oppure se sei un editore in cerca di autori che siano capaci di scrivere l’articolo che desideri, puoi utilizzare la piattaforma di Melascrivi. Basta entrare nella home page e in maniera molto elegante e chiara si comprende come possa essere una realtà non solo utile, ma che ti offra anche un certo guadagno. Sempre un maggior numero di editori decide di usufruire dei suoi servizi, e ogni giorno nuovi autori aderiscono al progetto. Ma come funziona la piattaforma per autori ed editori? Quali sono i vantaggi e le caratteristiche per coloro che usufruiscono dei suoi servizi?

COME FUNZIONA E LE SUE CARATTERISTICHE

Il sito di Melascrivi è di proprietà della CONTENT MARKETPLACE Ltd società con sede a Londra. La sua funzione primaria è quella di essere un intermediario tra gli editori e gli autori. Attraverso di essa sarà possibile quindi convogliare le richieste di editori, con le risposte degli autori. Permette quindi un collegamento diretto tra domanda di articoli e l’offerta di ghost writer freelance. La piattaforma ha il contatto diretto sia con gli autori e con gli editori e offre quindi la possibilità di convogliare le risorse necessarie al fine di realizzare un articolo specifico richiesto. Il sito è ben strutturato e intuitivo offrendo un servizio di assistenza continuo sia agli editori che all’autore. Ma quali sono i reali vantaggi che puoi avere utilizzando Melascrivi? È necessario considerare in maniera separata le due figure che sono alla base del sistema: editori e autori.

UNA PIATTAFORMA UTILE PER GLI AUTORI

Se la tua passione è quella di scrivere, allora potrai inscriverti alla piattaforma come autore. Ti sarà chiesto di immettere i tuoi dati ed eseguire un breve test di accesso in cui dovrai compilare un breve testo. Infine una volta verificato il profilo si potrà accedere alla piattaforma e iniziare a scrivere. Al centro della home page compariranno di volta in volta gli articoli. Ogni autori riceve una graduatoria in base a un numero di stelle che va da 1 a 4 che ti permettono di visionare una tipologia differente di articoli. Nel momento in cui si prende in carica un contenuto, si avranno 48 di tempo per consegnarlo. Selezionando l’articolo sarà possibile visionare le linee guida richieste e il valore dello stesso. Una volta inviato il pagamento verrà effettuato solo se l’articolo viene accettato dall’editore il quale emetterà un giudizio su tre parametri: stile espositivo, rispetto delle linee guida, correttezza della grammatica. I voti vanno dal sufficiente all’ottimo. In base al grado di accettazione si avrà la possibilità di ricevere un maggior numero di stelle. L’editore potrà chiedere anche delle correzioni che devono avvenire entro 15 ore.

I VANTAGGI DI ESSERE UN GHOST WRITER

Il sito di Melascrivi ti permette come autore di poter guadagnare facendo quello che ami, ovvero scrivere. Le stelle sono un ottimo parametro per poter valutare i tuoi guadagni. Infatti si parte da un livello iniziale con un costo per parola pari a 0,008€ fino ad arrivare a 0,012€. Maggiore è la qualità dei contenuti è più possibilità avrai di migliorare i tuoi introiti. Infatti se un editore trova il tuo articolo di livello può inserirti in una redazione, permettendoti quindi di avere una priorità nella scelta dei contenuti. I pagamenti sono precisi, sicuri e avvengono ogni lunedì pe mezzo di Paypal, al raggiungimento di un importo minimo che è quello di 25€. Non è necessaria una competenza specifica in un settore dato che sono presenti numerose categorie che inglobano differenti tematiche. Inoltre il sito ti offre anche altre possibilità di guadagno. Se sei molto bravo nello stile e nel rispondere ai contenuti richiesti potrai essere scelto come proofreader, ovvero valutatore di stile e contenuti, potendo aumentare i tuoi guadagni.


Con Squinzi muore l’ultimo mecenate dello sport

E’ morto Giorgio Squinzi, patron della MAPEI. Squinzi è uno di quei personaggi tipici della provincia italiana, concreti e laboriosi. Persone capaci di creare un impero industriale, quasi dal nulla. Con la morte di Squinzi, muore anche un grande uomo di sport oltre che capitano d’industria. Squinzi nella sua carriera vanta anche la massima carica di Confindustria

Una passione innata per lo sport

La sua passione nello sport ha due grossi capisaldi il calcio e il ciclismo. La sua industria ha patrocinato ed è stata vicino economicamente a tutti i più importanti eventi sportivi che si sono organizzati in Italia negli ultimi quattro lustri.

Il ciclismo

La sua azienda di Sassuolo ha sponsorizzato, come partner unico, per dieci anni la Mapei, squadra professionistica di ciclismo che ha potuto vantare tra le sue fila campioni come: Bugno, Bettini, Ballerini, Bortolomai, Tonkov e Rominger. Ha vinto decine e decine di corse, la Vuelta e i campionati nazionali, con i suoi corridori, in oltre dieci nazioni.

Il calcio

Squinzi era  tifoso del Milan. Più volte gli fu chiesto di entrare nella società rossonera, ma desistii. Nel 2002 fino alla morte è stato il proprietario e sponsor unico della squadra del Sassuolo. Con la squadra neroverde è stato l’artefice politico e manageriale del grande miracolo sportivo della compagine romagnola.  Il Sassuolo sotto le sapienti mani di Squinzi è riuscita a salire dalla serie C2 alla Serie A. Memorabile fu la qualificazione all’Europa League nel 2016, dove uscì senza aver demeritato, battendo squadre molto più blasonate.

Emorto uno degli ultimi patron d’impresa e di sport con una visione romantica. Con la morte di Squinzi muore la figura dei presidenti sportivi figli della propria terra.  Muore un industriale vero e un uomo di sport che ha creato un indotto economico, ma soprattuto culturale ed umano per la sua terra e per l’intera Italia.


Il tiramisù per bambini senza il retrogusto amaro

Il tiramisù è uno dei dolci Italiani più conosciuti al mondo, esistono variabili di tutti i tipi. La ricetta classica prevede la presenza del caffè forte e del cacao amaro, spolverato sopra. È un dolce relativamente facile nella preparazione, ma nasconde numerose insidie. Gli equilibri sono fondamentali. Il caffè ed il cacao, se non sono ben dosati, con equilibrio e misura, possono dare un retrogusto troppo amaro e forte che può dare fastidio, soprattutto ai bambini. Il savoiardo o il pavesino, se non è imbevuto bene, potrebbe rendere troppo secco il dolce ed infastidire il palato. E’ un dolce molto tecnico, si basa su equilibri delicati e nella perfezione nei dosaggi.
Il tiramisù che proponiamo è un dolce adatto ai bambini, senza l’abituale retrogusto amaro e basa la sua realizzazione, sulla bagna alternata tra caffè e latte (per eliminare la preminenza del gusto della caffeina).
Difficoltà: facile
Calorie: 400 circa per porzione (si bruciano con 4 Km di corsa lenta)
Strumenti da utilizzare: sbattitore o planetaria
Tempo di realizzazione: 50′ circa
Tempo di riposo: per una migliore resa, far abbattere il dolce in frigo almeno 1 ora
Ingredienti per 8 persone
• 400 gr di savoiardi
• 200 gr di pavesini
• 500 gr di mascarpone
• 200 ml di panna
• 5 uova (intere)
• 100 gr di zucchero
• 200 ml di caffè (leggermente zuccherato)
• 200 ml di latte
• Scaglie di cioccolato fondente q.b.
Procedimento
Prendete le 5 uova e separate i tuorli dagli albumi, montate gli albumi a parte con la planetaria o con lo sbattitore. La panna va montata in un altro contenitore, facendo incamerare aria. Sempre a parte, montate gli albumi con lo zucchero, fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso, ora bisogna unire gli albumi alla panna e lavorarli fino ad ottenere un composto uniforme. II tre preparati vanno uniti assieme al mascarpone, fino ad ottenere una crema gustosa e morbida. Siamo arrivati all’impiattamento: prendete un contenitore, possibilmente di vetro ed iniziate a comporre il tiramisù. Prendete i pavesini e i savoiardi, bagnateli alternativamente nel caffè e nel latte (per attenuare il retrogusto troppo amaro). I pavesini serviranno a comporre il cornicione del dolce e la copertura, mentre i savoiardi vanno utilizzati per la base ed lo strato intermedio. Farcite con abbondanza ogni strato di savoiardi, utilizzando il composto realizzato. Per completare il tiramisù, realizzate un strato finale con i pavesini. Vi potrete divertire con decorazioni di vario tipo o semplicemente cospargendo il dolce con delle scaglie di cioccolato. Il dolce è già pronto per la degustazione, ma consigliamo di abbatterlo almeno un’ora nel frigo .
Potrete utilizzare al posto dei savoiardi, qualsiasi altro prodotto lavorato, sono ottimi sono i biscotti secchi o addirittura gli amaretti.